Sentore di violetta, dove trovarlo/Hint of violet, where to find it

Nel linguaggio dei fiori la violetta, o viola mammola, indica umiltà e tenerezza ed è una fragranza che ha sempre avuto fin dall’antichità una vasta popolarità, gli ateniesi oltre ad aggiungerlo al vino, lo avevano eletto come fiore simbolo della città, come fece più tardi Napoleone. Il misterioso profumo di violetta è presente in molti vini rossi, la molecola responsabile dell’aroma è il beta-iannone. Aroma della famiglia floreale, il profumo di violetta evoca anche il lampone, nei vini giovani e si evolve verso l’humus e la selvaggina nei vini più invecchiati. Le uve che presentano questa caratteristica aromatica sono principalmente le uve rosse, prima fra tutte il nebbiolo che dà vita all’omonimo vino, al Barolo e al Barbaresco, al Boca e al Bramaterra, il sangiovese da cui nascono il Brunello di Montalcino, il Vino Nobile di Montepulciano e il Chianti, il dolcetto e le uve lambrusco. Anche la Valtellina produce vini a base di nebbiolo, “chiavennasca”, come il celebre Sfursat, nei quali è possibile ritrovare l’aroma di violetta appassita. Sebbene l’aroma di violetta sia prerogativa dei vini rossi nei vini bianchi come il Soave, il profumo delicato di violetta, si accompagna, a volte, a quello di sambuco e di biancospino. Anche in Francia l’aroma del timido fiore è presente i molti vini come il cabernet franc e alle volte nei vini prodotti con pinot nero, attenzione dunque quando si degustano i Bordeaux e i Saint Emilion ma anche i bianchi prodotti con uve mauzac come il Blanquette de Limoux. Il sentore floreale di violetta un profumo “pesante”, che nel vino compare di solito alla fine, dopo che il nostro naso ha già avuto modo di apprezzare le fragranze prodotte dalle sostanze più volatili. Poi spesso ritorna, per via retronasale, quando il vino lo beviamo. E, quando c’è, è davvero una festa per il palato!

Sentore di violetta3

In the language of flowers, violet, indicates humility and tenderness and is a fragrance that has always had a great popularity since antiquity, the Athenians add it to the wine, they had elected it as flower symbol of the city, as Napoleon later did. The mysterious perfume of violet is present in many red wines, the molecule responsible for the aroma is beta-iannone. Aroma of the floral family, the scent of violet also evokes raspberry, in young wines and evolves towards humus and game in the most aged wines. The grapes that present this aromatic characteristic are mainly red grapes, first of all the nebbiolo that gives life to the homonymous wine, Barolo and Barbaresco, Boca and Bramaterra, sangiovese from which Brunello di Montalcino, Vino Nobile di Montepulciano and Chianti are born. Valtellina also produces wines based on nebbiolo,”chiavennasca“, such as the famous Sfursat, in which you can find the aroma of dried violet. Although the aroma of violet is the prerogative of red wines in white wines such as Soave, the delicate scent of violet is sometimes accompanied by that of elderberry and hawthorn. Even in France, the aroma of the timid flower is present in many wines such as cabernet franc and sometimes in wines produced with pinot noir, so be careful when tasting Bordeaux and Saint Emilion, but also white wines produced with mauzac grapes such as Blanquette de Limoux. The floral scent of violet is a “heavy” perfume, which in wine usually appears at the end, after our nose has already had the opportunity to appreciate the fragrances produced by the most volatile substances. Then it often returns, by way of retronasale, when we drink wine. And when there is, it’s really a feast for the palate!

Sentore di violetta

 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s