Mr Vino e Mrs Pizza, il matrimonio perfetto/Mr Wine and Mrs Pizza, the perfect wedding

L’accoppiata classica in pizzeria è una bella “margherita” e una birra. Ma occorre sfatare la leggenda della coppia inossidabile e provare ad abbinare una fantastica pizza e un altrettanto fantastico calice di vino! Ad ogni pizza deve corrispondere una tipologia di vino diverso. Le pizze con il pomodoro richiedono un accostamento con i vini bianchi più o meno strutturati,  la sua tipica acidità si sposa male con i vini rossi che con i loro tannini creano dal retrogusto “ferroso”. Se la pizza è preparata con tanti formaggi o mozzarelle molto grasse come quella di bufala sarà adatto un vino di media struttura come il Verdicchio di Jesi che con i sentori di erba, melone e frutta secca esaltano la pietanza. Perfetto un Asprinio di Aversa, che con note fruttate soprattutto agrumi, con prevalenza del cedro, valorizza la ricetta della margherita. Se invece è guarnita con prosciutto cotto e funghi meglio un Sylvaner della Valle d’Isarco che richiama la montagna. Con pizze dai sapori forti e piccanti come il salame o salati come le acciughe sarà meglio optare per un vino ben strutturato come il Greco di Tufo. Se si preferisce un condimento di verdure ottimi i vini molto giovani e freschi come il Prosecco di Conegliano, per quelle invece con prosciutto e speck o senza o con poco pomodoro, si potrà optare per rossi molto giovani e morbidi come un Teroldego, vitigno trentino con sentori di ciliegia rossa, delicate note erbacee e spiccata acidità. Si può continuare anche con i rosati, perfetto il Negroamaro Rosé vinoso con sentori tenui di rose, violette, ciliege e mirtilli. Ai degustatori l’ardua sentenza!

Pizza e vino2

The classic pair in the pizzeria is a beautiful “margherita” and a beer. But you have to dispel the legend of the stainless couple and try to combine a fantastic pizza and an equally fantastic glass of wine! Each pizza must correspond to a different type of wine. The pizzas with tomato require a combination with more or less structured white wines due to the presence of tomato whose acidity is badly matched with red wines that with their tannins create from the aftertaste “ferrous”. If the pizza is prepared with many very fat cheeses or mozzarella as well as buffalo it will be suitable a wine of medium structure like Verdicchio di Jesi that with the scents of grass, melon and dried fruit enhance the dish. Perfect is an Asprinio di Aversa, which with fruity notes especially citrus and with prevalence of cedar enhances the recipe of the “margherita”. If, on the other hand, a Sylvaner from the Valle d’ Isarco is better served with cooked ham and mushrooms that recalls the mountain. With pizzas with strong and spicy flavours such as salami or salami or salted like anchovies it will be better to opt for a well-structured wine such as Greco di  Tufo. If you prefer a seasoning of excellent vegetables the very young and fresh wines such as Prosecco di Conegliano, for those with ham and speck or without or with little tomato, you can opt for very young and soft red wines such as Teroldego, trentino grape variety with hints of red cherry, delicate herbaceous notes and marked acidity. You can also continue with the rose wines, perfect the Negroamaro Rosé winy with soft hints of roses, violets, cherries and blueberries. To tasters the arduous judgment!

Pizza e vino1

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...