Ritorno in grande stile: la coppa per lo Champagne Return to great style: the cup for Champagne

Degustare lo Champagne nella tradizionale coppa trova origine all’inizio nel ‘700, quando secondo la leggenda, questo bicchiere sarebbe stato modellato sul seno di Maria Antonietta Giuseppina di Beauharnais e Madame de Pompadour. Storia intrigante e romantica ma nella  realtà è molto meno affascinante: è stato progettato proprio per lo Champagne in Inghilterra nel 1663, senza particolari modelli e soltanto per degustare il fantastico prodotto enologico, progetto che ha preceduto di  quasi un secolo quello degli aristocratici francesi. Col tempo la coppa ha perso il suo fascino per chi ha ritenuto che fosse un contenitore non idoneo per bere le bollicine perché non permette di apprezzare al meglio profumi e perlage dello Champagne. Per tale motivo, oramai già da tempo, si è diffuso l’uso della flûte, termine francese che letteralmente significa “flauto”, che al contrario della coppa, favorisce la risalita delle bolle e concentra in uno spazio ristretto tutti gli aromi liberati dal loro scoppio, prolungando così l’effervescenza dei vini frizzanti in generale. Ma il fascino del passato e delle cose di un tempo torna al contrattacco e sempre più sono gli estimatori che prediligono la coppa alla classica flûte, indimenticabile l’immagine di Marilyn Monroe che brinda per un compleanno! I sostenitori del ritorno alla tradizione sostengono che una superficie più ampia conferisca ai vini maggiore aroma, complessità e tessitura cremosa, le flûte sono indiscutibilmente belle, slanciate, eleganti e insuperabili per consentire di apprezzare lo sviluppo, la grana, la finezza del perlage, e hanno un innegabile appeal coreografico, ma sono troppo strette e non consentono all’aroma e alla ricchezza dello Champagne di risplendere e di respirare e di sprigionare l’intero potenziale aromatico. Dal mondo anglosassone, attento amante delle tradizioni, proviene la nuova forma per la coppa. Se in passato le muse ispiratrici sono state Maria Antonietta o Madame de Pompadour, oggi è il seno di Kate Moss ad essere immortalato in una coppa di Champagne disegnata dall’artista inglese Jane McAdam Freud.


Tasting Champagne in the traditional cup originated in the early 18th century, when according to legend, this glass was modelled on the breast of Marie Antoinette Josephine of Beauharnais and Madame de Pompadour. Intriguing and romantic history, but in reality it is much less fascinating: it was designed for Champagne in England in 1663, without particular models and only to taste the fantastic wine product, a project that preceded that of the French aristocrats by almost a century. Over time the cup has lost its charm for those who thought it was a container not suitable to drink the bubbles because it does not allow you to appreciate the best perfumes and perlage of Champagne. For this reason, already for some time now, the use of the flûte has been widespread, a French term that literally means “flute”, which, unlike the cup, favors the rise of the bubbles and concentrates in a small space all the aromas freed from their bursting, thus prolonging the effervescence of sparkling wines in general. But the fascination of the past and of the things of the past returns to counterattack and more and more admirers prefer the cup to the classic flûte, unforgettable the image of Marilyn Monroe toast for a birthday! Supporters of the return to tradition argue that a larger surface area gives the wines greater aroma, complexity and creamy texture, the flûte are unquestionably beautiful, slender, elegant and unsurpassed to allow you to appreciate the development, grain, finesse of the perlage, and have an undeniable choreographic appeal, but they are too narrow and do not allow the aroma and richness of Champagne to shine and shine. From the Anglo-Saxon world, attentive lover of traditions, comes the new form for the cup. If in the past, the inspiring muses were Maria Antonietta or Madame de Pompadour, today it is the breast of Kate Moss who is immortalized in a cup of Champagne designed by the English artist Jane McAdam Freud.



 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s